Menu
18320649 125544991337019 8552967386505423172 O

Giovani e periferie in “corto”: prosegue CI.SEi.TU Short Film Contest

Prosegue il concorso di cortometraggio per giovani aspiranti filmmaker under 35: a loro il compito di costruire un nuovo racconto delle periferie romane, a partire dai quartieri di Cinquina, Settebagni e Tufello/Valmelaina

Ai due vincitori, scelti da una giuria tecnica guidata dai Manetti Bros. e da una giuria popolare, dei buoni acquisto e uno stage personalizzato

Roma, 30 ottobre 2017 – Si chiama CI.SEi.TU. Short Film Contest ed è il concorso nazionale di cortometraggio ideato da L’Alveare Cinema, la casa di produzione cinematografica targata Paolo Bianchini e Paola Rota, che ha scelto di essere anche un progetto sociale, e Parsec Cooperativa Sociale, che chiamano a raccolta tutti i filmmaker o aspiranti talitra i 16 e i 35 anni, al fine di costruire un nuovo racconto delle periferie romane, a partire da tre storici quartieri popolari: Cinquina, Settebagni e Tufello/Valmelaina. Partito a maggio, il contest si chiuderà a metà dicembre.

Promosso in collaborazione con IIS Sarandì e IC Uruguay e realizzato con il sostegno di SIAE – SILLUMINA COPIA PRIVATA PER I GIOVANI, PER LA CULTURA e MIBACT, il contest punta, da un lato, a restituire centralità a pezzi di città che faticano a uscire da una condizione di “eterna” emergenza (abitativa, sociale, economica e culturale) e, dall’altro, a rendere i giovani protagonisti di questo cambiamento: a loro il compito di sviluppare un punto di vista critico sui quartieri, capace di metterne a fuoco contraddizioni, positività e potenzialità.

A tal fine, tutti i giovani interessati dovranno realizzare, sotto forma di fiction, animazione, videoclip, documentario o docufilm, un cortometraggio capace di fissare in 15 minuti al massimo il racconto di uno dei tre quartieri oggetto del contest.

I giovani filmmaker, o aspiranti tali, interessati potranno partecipare in forma singola o associata e dovranno inviare i propri lavori entro e non oltre il 10 dicembre 2017.

Il contest premierà due vincitori. Il primo sarà nominato da una giuria di esperti fra cui: i Manetti Bros., la coppia di fratelli registi e sceneggiatori italiani, Antonio e Marco Manetti, autori del celebre “Ammore e malavita”, film pluripremiato alla 74^ edizione del Festival di Venezia e attualmente in distribuzione; il produttore Dario Formisano, la sceneggiatrice e attrice Monica Rametta. Il secondo vincitore, invece, sarà scelto da una giuria popolare tramite una votazione online che si aprirà l’11 dicembre e si chiuderà il 17 dicembre. A consegnare i premi sarà Paolo Masini, rappresentante del MIBACT.

Ai vincitori andranno un buono per l’acquisto di materiali e l’opportunità di fare un’esperienza professionale personalizzata tramite L’Alveare Cinema. La premiazione si svolgerà a Roma, il 18 dicembre presso la sede romana di ANICA – Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche Audiovisive Multimediali (Viale Regina Margherita, 286).

Al contest è, inoltre, legata la social campaign “Periferie in corto”. Lanciata dai promotori al fine di allargare la partecipazione al concorso e creare un dibattito capace di riportare al centro le periferie, fornendo idee e stimoli interessanti ai giovani filmmaker o aspiranti tali che vorranno cimentarsi nel video racconto delle periferie oggetto del contest, la campagna si rivolge al pubblico di Facebook e di Twitter.

Partecipare è molto semplice. Basterà dare il proprio contributo, scegliendo tra due modalità di risposta alla domanda “Cosa dovrebbe raccontare un cortometraggio sulle periferie?”: mentre gli utenti di Twitter potranno dire la propria scrivendo un tweet con tag @Alveare_cinema e gli hashtag #periferieincorto e #CISEiTU, quelli di Facebook potranno partecipare inviando un messaggio diretto alla Fanpage del contest @concorsociseitu.

Tutti gli spunti saranno raccolti e discussi il 18 dicembre, nel corso della cerimonia di premiazione del primo CI.SEi.TU. Short Film Contest.

Benvenuti

L’Alveare è una casa di produzione cinematografica che ha scelto di essere anche un progetto sociale.

Dove siamo

Sede: Via Gian Giacomo Porro, 4 – 00197 Roma

Scrivici